logo covest
preleva geko

Caratteristiche e Garanzie

Le realtà coordinate dal Covest riaffermano il proprio impegno per favorire il massimo di garanzie, sotto il profilo morale, etico, professionale e deontologico:

- nei confronti dei giovani ospiti e delle loro famiglie;

- nei confronti dei soci e del personale;

- nei confronti delle amministrazioni pubbliche degli enti locali; - nei confronti delle altre realtà associate.

Tale connotazione assertiva ed educativa si concretizza nel primato riconosciuto alla persona e alla famiglia e nel perseguimento dei valori di onestà, di condivisione, di reciproco aiuto. Le comunità Covest sono impegnate a realizzare al loro interno un clima partecipativo tale da favorire l'autonomia, la realizzazione personale e uno stile di vita sano ed equilibrato.

A livello di coordinamento é promossa la valorizzazione delle associazioni di volontariato e delle cooperative sociali:

- mediante nuove forme di partecipazione solidaristica

- mediante adeguati strumenti che favoriscono l'espressione democratica e la capacità di rappresentanza dei singoli

- con una riconosciuta e forte rappresentanza legale del Coordinamento. - con uno specifico organismo ufficiale di informazione e di rappresentanza Covest presso i mass media - con una Agenzia che consenta il massimo di circolazione delle idee, di informazione e di documentazione (leggi - regolamenti - progetti e così via).

- con la realizzazione di una Scuola di Formazione che consenta la qualificazione del personale operante in Comunità e in possesso delle caratteristiche personali indispensabili ad un educatore, anche con modalità organizzative compatibili con la conteStuale attività professionale o volontaristica all'interno della comunità stessa.

- con una segreteria tecnico-organizzativo e un Centro Studi e Documentazione in grado di fornire in ogni momento le indicazioni e le consulenze necessarie compreso l'appoggio a competenti centri legali, scientifici e occupazionali.

Aderire al Covest comporta per la struttura associata l'impegno al rispetto delle decisioni democraticamente assunte.

Nessun aderente, in quanto tale, può assumere a nome del Covest posizioni pubbliche in contrasto con le linee fondamentali della Associazione e le decisioni democraticamente assunte soprattutto su temi qualificanti quali: la discussione in corso relativa alla riduzione del danno, le conseguenze relative alla liberalizzazione e/o legalizzazione delle droghe leggere e pesanti, il rapporto tante volte problematico tra le strutture pubbliche e il volontariato e, più in generale, -la nostra posizione politica ed amministrativa in sede locale, regionale e nazionale.

Diverso è il caso della piena libertà d'opinione personale.


Le Comunità aderenti si impegnano ad evitare controversie su temi riguardanti il trasferimento di operatori da una struttura ad un'altra, l'attivazione di strutture in prossimità di sedi di attività terapeutiche in uno stesso territorio, l'interferenza su settori specifici ed attività di comunità o servizi già esistenti.

In tali casi è importante il confronto, la risoluzione preventiva delle eventuali controversie.

Se le controversie riguardano i responsabili di Comunità, perchè ad esempio non convince il loro operare, è necessario che il confronto avvenga alla luce del sole.

Qualora la controversia non sia risolvibile mediante un semplice confronto tra le parti si ricorrerà all'autorità e alla figura del garante.


Lavorare in squadra comporta attenzione e rispetto per le iniziative altrui privilegiando la collaborazione e l'integrazione allo scopo di evitare sovrapposizione di attività e di servizi. Ne conseguono:

a - La presenza attiva e adeguata a livello regionale nel momento della programmazione delle politiche sociali e giovanili contribuendo al confronto paritetico, aperto, fra pubblico e privato sociale non profit.

b - L'attivazione a livello delle strutture associate di un qualificato e aggiornato apporto culturale al dibattito sulle tematiche educativo-assistenziali, elaborando strategie complessive volte ad una territorializzazione coordinata e coerente degli interventi.

c - La promozione a livello locale di soluzioni coordinate e consorziate che perseguano, entro lo spirito della Solidarietà delle strutture non profit, la nazionalizzazione delle disponibilità e delle risorse impegnate superando processi di delega.Il primato della persona proprio della cultura della solidarietà'prefigura la ricerca, la sperimentazione e la condivisione di soluzioni adeguate e il conseguente rifiuto della modalità dell'accaparramento e della prevaricazione.


Dal canto suo, ciascuna struttura aderente al Covest realizza un modello organizzativo e gestionale:

- che offra garanzie dal punto di vista della rappresentatività e della democrazia interna, al riparo da situazioni di stagnazione e da soluzioni verticistiche, da realtà improvvisate o non rispondenti alle finalità del Covest;

- che assicuri la trasparenza dei bilanci e della osservanza delle norme attinenti le quote, i contributi e le relative rendicontazioni economiche; - che realizzi la trasparenza delle cariche dirigenziali nei confronti di interessi personali direttamente o indirettamente collegati con l'amministrazione della Comunità;

- che persegua un livello organizzativo nel quale la qualità delle relazioni personali ed educative si accompagni ad una adeguata qualità professionale (iniziative di formazione permanente, coinvolgimento nei programmi, di professionalità specifiche, sperimentazioni mirate e scientificamente corrette ecc...